CAMPI MAGNETICI E CERVICALE


I campi magnetici pulsati sono spesso consigliati, a livello ortopedico, in abbinamento con l'elettroterapia e la massoterapia. I campioni trattati ed esaminati, variano dal comune torcicollo ( con o senza compromissione meccanica), alle gravi radicolopatie compressive post-traumatiche (COLPO DI FRUSTA), e alle patologie da logorio.
Nelle comuni forme di torcicollo, le applicazioni vanno eseguite lateralmente appena sotto la nuca, in corrispondenza del dolore. Nelle forme conclamate, senza irraggiamento agli arti superiori, si consigliano le applicazioni a bassa frequenza. ( nella prima metà del tronco, posteriormente).
Quando s'è invece in presenza di sindromi radicolari, con sensazioni di formicolio oppure parestesie alle mani, o dolore irraggiato lungo il braccio, occorrerà posizionare una piastra centrale sotto la nuca e una nel punto esatto di massima sensazione.
E'possibile, nelle apparecchiature eroganti cicli di frequenze variabili, sottoporsi ai campi magnetici durante la notte, in maniera generalizzata e per una durata di 1 o due ore, 3/4 volte la settimana.
Le applicazioni, invece, a distanza o riflesse hanno scopo catecolaminico (ANTINFIAMMATORIO) ed endorfinico (ANTIDOLORE) e il punto sintomatico è trattato indirettamente.
E' indicato un luogo bene aerato ed in posizione comoda, abbinata se possibile ad una musica rilassante.

Bisognerebbe addirittura effettuare l'applicazione durante il sonno, poichè il completo rilassamento agisce positivamente sull'effetto terapeutico.


RITORNA IN TESTA

Home Page  |   Agenda