Jordanes nacque da una famiglia gota nel sec. VI. Notaio presso un principe della famiglia degli Amali, fu poi religioso (seguž papa Vigilio nel suo esilio a Costantinopoli).

Scrisse come storico:

  • Romana (De summa temporum vel origine actibusque gentis romanorum).
    Storia mondiale da Adamo al 551, su scritti di storici precedenti e per commissione di papa Vigilio. Risulta oggi di scarso interesse per gli studiosi, ma molto ne riscosse durante tutto il medioevo.
  • Getica (De origine actibusque getarum).
    E' un compendio dell'opera di Cassiodoro (che comprendeva 12 libri, andati perduti, e portava lo stesso titolo). Narra le vicende dei goti dalle origini a Vitige.

Jordanes, come Cassiodoro, fu sostenitore della politica di cooperazione tra i goti e l'Impero romano d'oriente.