AFORISMI, PROVERBI, MASSIME, PENSIERI, FRASI E CITAZIONI CELEBRI
Messaggi-Online.it
la risorsa italiana per i messaggi, gli sms, le frasi
da inviare a propri partners, amici, nemici, parenti.
...perche' oggi non e' piu' ieri e non e' ancora domani: e' un giorno unico che non abbiamo mai vissuto e non vivremo piu'.
(Myriam)
Il mondo e' fatto a scale; chi le scende e chi le sale.
(Proverbio italiano)
Un uomo di quarantacinque anni puo' credersi ancora giovane fino al momento in cui si accorge di avere dei figli in eta' di amare.
(Giuseppe Tomasi di Lampedusa)
Il tempo passa e non ritorna.
(Proverbio italiano)
I medici non sono al mondo per facilitare la morte ma per conservare a qualunque prezzo la vita.
(Thomas Mann)
Dev'essere proposito eguale dell'insegnante e del discepolo: che uno voglia giovare, e l'altro apprendere.
(Seneca)
Il tranello dell'infelicita' sta qui: il volere come mio qualcosa che e' desiderato proprio in quanto altrui.
(Silvio Ceccato)
Nulla e' difficile a chi ama.
(Cicerone)
Niente e' impossibile a chi pratica la contemplazione. Con la contemplazione si diventa padroni dell'universo.
(Lao-Tsen)
Io tento una vita: ognuno si scalza e vacilla in ricerca.
(Salvatore Quasimodo)
L'apparizione di un grande artista e' un avvenimento che desta grande stupore, incredulita' e sgomento, quasi una minaccia al quieto equilibrio del mondo, all'ordine consacrato delle cose.
(Vittorio Sgarbi)
Non dobbiamo considerar felice la vita quando abbiam modo di allontanare un male, ma quando possiamo acquistare un bene.
(Cicerone)
Che c'e' di piu' duro d'una pietra e di piu' molle dell'acqua? Eppure la molle acqua scava la dura pietra.
(Ovidio)
La memoria e' tesoro e custode di tutte le cose.
(Cicerone)
I bambini hanno bisogno di raccontare delle favole quando qualcosa risulta troppo difficile da accettare.
(Francoise Dolto)
Fortemente opera chi puo' viver povero.
(Marziale)
Non si conosce abbastanza tutto il male che una sola parola puo' fare a se' e agli altri: male quasi sempre irreparabile.
(Lamennais)
Il soverchio rigore nel giudicare (spesso) e' una grande ingiustizia.
(Cicerone)
E' un errore pensare che la differenza tra la saggezza e la follia abbia qualcosa a che fare con la differenza tra la vecchiaia e la giovinezza.
(G.B. Shaw)
La demenza non puo' riconoscere se' stessa, nello stesso modo con cui la cecita' non puo' vedersi.
(Apuleio)
Non c'e' cosa tanto avversa in cui un animo giusto non sappia trovare qualche consolazione.
(Seneca)
Il tempo tutto cancella.
(Proverbio italiano)
La necessita' di parlare, l'imbarazzo di non aver nulla da dire e la brama di mostrarsi persone di spirito sono tre cose capaci di rendere ridicolo anche l'uomo piu' grande.
(Voltaire)
All'avarizia manca ogni cosa.
(P. Siro)
Il piu' rabbrividente dei mali, la morte, nulla e' per noi, perche', quando noi siamo, la morte non e' presente, e quando e' presente la morte, allora noi non siamo.
(Epicuro)
Spesso e' inutile e vana la volonta' non di chi intraprende cose facili, ma di chi vuole che siano facili le cose che ha intraprese.
(Seneca)
Domandate il parere ai due tempi: all'antico, su cio' che e' meglio; al recente su cio' che e' piu' adatto.
(Bacon)
Chi non risica, non rosica.
(Proverbio italiano)
Basta che lei si metta a gridare in faccia a tutti la verita'. Nessuno ci crede, e tutti la prendono per pazzo!
(Luigi Pirandello)
I dolori leggeri concedono di parlare; i grandi dolori rendono muti.
(Seneca)
Il linguaggio e' stato lavorato dagli uomini per intendersi tra loro, non per ingannarsi a vicenda.
(A. Manzoni)

L'arte di essere saggi e' l'arte di capire a che cosa si puo' passar sopra.
(William James)

Vivere nei cuori che lasciamo dietro di noi non e' morire.
(T. Campbell)
Il bene non si apprezza prima di averlo perduto.
(Herder)
Guarda che l'ozio corrompe il corpo dei pigri, come si corrompono le acque che non si muovono.
(Ovidio)
Cio' che oltrepasso' la misura e' in pericolo di traboccare.
(Seneca)
La durata delle nostre passioni non dipende da noi, come non dipende da noi la durata della vita.
(La Rochefoucauld)
E' buon pensiero che quando aspiri a grandi cose, curare le piccole.
(Dionisio)
L'amore che e' un fanciullo, si ostina a volere cio' che gli e' vietato.
(P. Du Ryer)
Le ricchezze in mano al sapiente servono, in mano ad uno stolto comandano.
(Seneca)
Il coraggio non deve dar diritti per soperchiare il debole.
(U. Foscolo)
Niente e' piu' brutto di una parola d'amore pronunciata freddamente da una bocca annoiata.
(Nagib Mahfuz)
La ragione si fa adulta e vecchia; il cuore resta sempre ragazzo.
(I. Nievo)
Dura sorte vuole cuore forte.
(Proverbio italiano)
Sembra di esser meno disgraziati, quando non si e' soli a soffrire.
(Voltaire)
Di tutte le cose il desiderio diminuisce quando l'occasione di ottenerle non presenta difficolta'.
(Plinio il Giovane)
Uomo non educato dal dolore riman sempre bambino.
(N. Tommaseo)
Labile e' il ricordo dei benefici ricevuti; tenace quello delle ingiurie.
(Seneca)
Ci annoiamo, perche' ci divertiamo troppo.
(H. Maret)
Necessita' e' madre delle arti.
(Proverbio italiano)
Se vuoi sposar bene, sposa una tua pari.
(Ovidio)
Cio' che e' lecito ha poco sapore: ha piu' gusto cio' che e' proibito.
(Ovidio)
La noia e' una tristezza senza amore.
(N. Tommaseo)
Quando molte cose son buone, non saro' io ad offendermi di qualche difetto. (Orazio)
Chi legge sa molto; ma chi osserva sa ancora di piu'.
(A. Dumas)
L'occasione difficilmente ti si offre, e facilmente si perde.
(P. Siro)
L'ozio e' l'incudine sulla quale tutti i peccati vengono foggiati.
(Anonimo)
Mentre parlo, l'ora fugge.
(Ovidio)
Un ozioso e' un orologio senza le due lancette, inutile se cammina e se e' fermo.
(Cowper)
La paura e' sempre inclinata a veder le cose piu' brutte di quel che sono.
(Livio)
L'uomo che sa non parla; l'uomo che parla non sa.
(Lao-Tsen)
Non desiderare, ma anche non temere la morte.
(Marziale)
La passione fa spesso pazzi gli uomini piu' abili, e abili i piu' sciocchi.
(La Rochefoucauld)
Amore e signoria non soffron compagnia.
(Lucano)
La scienza procede a passi, non a salti.
(Macaulay)
Oh! verso l'immortale @ Vol dello spirito il senso ha corte l'ale.
(Goethe)
Un uomo non dovrebbe mai vergognarsi di confessare d'aver avuto torto, il che equivale a dire, in altre parole, che oggi e' piu' saggio di ieri.
(Swift)
Perdona sempre agli altri, e non mai a te stesso.
(Seneca)
La sincerita' e' di vetro; la discrezione di diamante.
(Andre' Maurois)
L'equanimita' e' ottimo conforto nelle sventure.
(Plauto)
Chi guarda nel sole e non stranuta, guardati da quello.
(Giulio Cesare Croce)
Chi lascia stare i fatti suoi per fare quelli degli altri ha poco senno.
(Proverbio italiano)
Non prestare, regala; quando sarai morto, chi ti dira' grazie?
(E.M. Forster)
Le cose naturali non sono turpi.
(Proverbio antico)
Quale e' il primo dovere dell'uomo? La risposta e' breve: Essere se stesso.
(Ibsen)
Una rondine non fa la primavera.
(Proverbio italiano)
Un uomo puo' avere due volte vent'anni, senz'averne quaranta.
(Vitaliano Brancati)
L'apparenza fisica dell'essere che vediamo e' da noi colmata di tutte le nozioni che abbiamo su di lui, e, nell'aspetto totale che ci rappresentiamo, queste nozioni sono certo prevalenti.
(Marcel Proust)
Chi poco ha, caro tiene.
(Verga)
Molte cose non osiamo non perche' sono difficili, ma sono difficili perche' non osiamo.
(Seneca)
A raccontare i propri mali, spesso vi si porta sollievo.
(Pierre Corneille)
Qualsiasi potere e' limitato dalla sua breve durata.
(Seneca)
Esiste un solo vero lusso, ed e' quello dei rapporti umani.
(Saint-Exupery)
Ogni terra non produce ogni frutta.
(Virgilio)
I vecchi sono bambini per la seconda volta.
(Aristofane)
Nessuno divento' sapiente per puro caso.
(Seneca)
L'amicizia fra un uomo e una donna e' sempre un poco erotica, anche se inconsciamente.
(J.L. Borges)
L'animo umano desidera i beni perduti, e tutto si volge ai ricordi del passato.
(Petronio Arbitro)
La vita, per essere piena e reale, deve contenere la preoccupazione del passato e dell'avvenire in ogni attimo del fuggevole presente; il lavoro quotidiano deve essere compiuto per la gloria dei trapassati e per il benessere dei posteri.
(Conrad)
La poverta' spinge l'uomo a tentar molte cose.
(P. Siro)
Il dolore e' il principale alimento dell'amore, e ogni amore che non s'e' nutrito con un po' di dolore puro, muore.
(M. Maeterlinck)
Non per la scuola, ma per la vita s'impara.
(Seneca)
L'amore? prima sono parolone, mentre dura sono paroline, e dopo sono parolacce.
(E. Pailleron)
Mentre tu hai una cosa, questa puo' esserti tolta. Ma quando tu la dai, ecco, l'hai data. Nessun ladro te la puo' rubare. E allora e' tua per sempre.
(James Joyce)
Nulla puo' far danno a un uomo buono, ne' in vita ne' dopo la morte.
(Socrate)
Qual e' il miglior governo? Quello che ci insegna a governarci da soli.
(J.W. Goethe)
La violenza e' un metodo di lotta inferiore, brutale, illusorio sopratutto, figlio di debolezza, fonte di debolezza, malgrado, anzi in ragione dei suoi effimeri trionfi.
(Filippo Turati)
Una cosa ben detta conserva il suo sapore in tutte le lingue.
(John Dryden)
Da' due volte chi da' subito.
(Proverbio latino)
Se vuoi salire fino al cielo, devi scendere fino a chi soffre e dare la mano al povero.
(Anonimo)
La bonta' e' l'unico investimento che non fallisce mai.
(Thoureau)
La generosita' consiste meno nel dare molto che nel dare a proposito.
(La Bruyere)
Piu' che vergognarti di confessare la tua ignoranza, vergognati di insistere in una sciocca discussione che la rivela.
(Eliz. Joceline)
Le conseguenze della collera sono molto piu' gravi delle sue cause.
(Marco Aurelio)
Il povero fa piu' bene al ricco accettando la sua carita', di quello che faccia il ricco al povero offrendogliela.
(Talmud)
L'esempio e' la lezione che tutti gli uomini possono leggere.
(West, Education)
Come arrivano lontano i raggi di quella piccola candela: cosi' splende una buona azione in un mondo malvagio.
(Shakespeare)
I fanciulli sono continuamente ebbri: ebbri di vivere.
(P.J. Toulet)
Il fanciullo merita il massimo rispetto.
(Giovenale)
Vivere a lungo e' desiderio quasi di tutti, ma vivere bene e' l'ambizione di pochi.
(J. Hughes)
Noi non misuriamo la vita degli uomini dalla sua piu' lunga o piu' breve durata, ma dall'uso ch'essi han fatto del tempo della loro esistenza.
(Friederich der Grosse)
Il mondo non si mantiene che per il fiato dei bambini.
(Talmud)
Il segreto dell'esistenza umana non sta soltanto nel vivere, ma anche nel sapere per che cosa si vive.
(F. Dostoievski)
E' lieto soltanto chi puo' dare.
(Goethe)
Le disgrazie della fanciullezza si ripercuotono sulla vita intera e lasciano al cuore dell'uomo una fonte inesauribile di malinconia.
(P. Brulat)
La maniera di dare val di piu' di cio' che si da'.
(P. Corneille)
Avrai sempre quelle sole ricchezze che avrai donate.
(Marziale)
L'opera umana piu' bella e' di essere utile al prossimo.
(Sofocle)
Vivere per gli altri non e' soltanto la legge del dovere, e' anche la legge della felicita'.
(Auguste Comte)
E bella la goccia di rugiada sul filo d'erba, e non troppo piccina, se e' anche uno specchio del grande sole.
(Ruckert)
Niente si regala cosi' generosamente come i consigli.
(La Rochefoucauld)
Il cuore ha le sue prigioni che l'intelligenza non apre.
(Marcel Jouhandeau)
Nulla infonde piu' coraggio al pauroso che la paura altrui.
(Umberto Eco)
Il dubbio, che da una parte e' la tortura dell'intelletto, dall'altra e' il padre della scienza e del diritto.
(C. Bini)
Certe volte la gente mente soltanto tacendo.
(Stephen King)
Il bugiardo promette mari e monti.
(Proverbio italiano)
Assai sa chi sa che non sa.
(Proverbio italiano)
Non v'e' dovere per sacro e solenne che sia, che l'avarizia non soglia calpestare e violare.
(Cicerone)
Il denaro fa ballare l'orso.
(Proverbio italiano)
Ci piaccia o no, accettiamo la storia di cui facciamo parte.
(Elio Vittorini)
E' umano amare, ed e' ancor piu' umano il perdonare.
(Plauto)
Tentando, molte cose si riesce a compiere, che i neghittosi credevano impossibili.
(Tacito)
Il troppo e il troppo poco rompon la festa e il gioco.
(Proverbio italiano)
Ma e' davvero raro che ci si lasci in buona armonia, perche', se si fosse in buona armonia, non ci si lascerebbe.
(Marcel Proust)
Dolersi e lamentarsi delle proprie sciagure, ove si ha il pianto di chi ci ode, ben merita l'indugio.
(Eschilo)
Una mano esercitata fa spesso meglio di quanto insegni la teoria.
(Paul Klee)
E' da uomo malvagio l'ingannare colla menzogna.
(Dante)
La diligenza e' un grandissimo aiuto anche in chi possiede un mediocre ingegno.
(Seneca)
Non c'e' idea che in se' non porti la propria confutazione, o parola la parola contraria.
(Marcel Proust)
Ogni felicita' e' incerta e instabile.
(Seneca)
Giustizia senza prudenza puo' molto, ma prudenza senza giustizia non vale a nulla.
(Cicerone)
Destino @ Volti al travaglio come una qualsiasi fibra creata perche' ci lamentiamo noi?
(Giuseppe Ungaretti)
Malamente opera chi dimentica cio' che ha imparato.
(Plauto)
L'avaro e' sempre povero.
(Orazio)
Non v'e' dolore che a lontananza del tempo non diminuisca e calmi.
(Cicerone)
L'onesta' vale piu' dell'oro.
(Proverbio italiano)
Ognuno difende l'opera ch'egli ha fatto.
(Ovidio)
Ognuno deve conoscere la propria misura.
(Giovenale)
Dov'e' concordia v'e' sempre vittoria.
(P. Siro)
Quanto il tempo e' piu' felice, altrettanto e' piu' breve.
(Plinio)
Non si commetta al mar chi teme il vento.
(Metastasio)
Il <se> ed il <ma> regnano il mondo da Adamo in qua.
(Proverbio italiano)
L'orgoglio trova sempre un compenso, e non perde mai nulla, neppure quando rinuncia alla vanita'.
(La Rochefoucauld)
Non c'e' peggior sordo di chi non vuol sentire.
(Proverbio italiano)
Procura che il tuo volto sia dolce ed il tuo parlare modesto, e facilmente ti concilierai molti amici.
(Mureto)
La carta e' paziente.
(Proverbio italiano)
Ogni cosa a suo tempo.
(Proverbio italiano)
L'avere vinto se' stesso e' molto piu' glorioso che l'aver vinto un nemico.
(V. Massimo)
Aspettare e non venire e' cosa da morire.
(Proverbio italiano)
Non sapendo trovare il sentiero per se', mostrano agli altri la via.
(Orazio)
A chi e' ben vestito molti fan credito, e lo giudicano sapiente benche' sia un idiota.
(Binder)
La cattiva occasione d'ogni male e' cagione.
(Proverbio italiano)
La concordanza rende efficaci anche i soccorsi di poca importanza.
(P. Siro)
La ragione e il torto non si dividono mai con un taglio cosi' netto che ogni parte abbia soltanto dell'uno.
(Alessandro Manzoni)
A franco parlar rispondero' franche parole.
(Petrarca)
L'orgoglio, che tacitamente ci fa supporre la nostra superiorita' nell'abbassamento degli altri, ci consola de' nostri difetti col pensiero che gli altri ne abbiano de' simili o de' peggiori.
(A. Manzoni)
Non si e' perduto niente, quando ci resta l'onore.
(Voltaire)
L'animo dell'uomo puo' ottenere qualunque cosa si comandi.
(Plauto)
Si deve aver cura che quando si gode buona salute, non si consumino le riserve che possono essere necessarie per eventuali malattie.
(Celso)
Arriviamo sempre novellini a tutte le eta' della vita, e spesso vi manchiamo d'esperienza non ostante gli anni.
(La Rochefoucauld)
Utile e' la medicina quando giunge a tempo opportuno.
(Palingenio)
La fortuna non ha diritto sui costumi dell'uomo.
(P. Siro)
Chi semina un campo, o educa un fiore, o pianta un albero, ha maggior merito di tutti.
(J.G. Whittier)
Si sa bene che l'ambizione puo' strisciare e volare.
(Burke)
L'abitudine e' mezza padrona del mondo. "Cosi' faceva mio padre" e' sempre una delle grandi forze che guidano il mondo.
(Massimo D'Azeglio)
Noi domandiamo un consiglio, ma andiamo cercando approvazione.
(C.C. Colton)
Amare non e' altro che scegliere quello cui ti senti voler bene, non per bisogno, ne' per utilita' alcuna.
(Cicerone)
Chi ha sanita', e' ricco e non lo sa.
(Proverbio italiano)
Quanti anni si deve non fare, per sapere soltanto in un certo modo che cosa fare e come fare.
(Goethe)
I molti spicciano piu' lentamente gli affari.
(Lehmann)
Che cosa e' mai la saggezza degli uomini, quando essi non danno ascolto alla volonta' di quelli lassu'?
(Goethe)
Chi accresce il sapere, accresce anche l'affanno.
(Proverbio italiano)
Si puo' essere piu' acuto di un altro, ma non di tutti gli altri.
(La Rochefoucauld)
Anche il vivere, nella miseria e' un insulto.
(P. Siro)
Benche' manchino le forze, anche l'audacia merita lode; poiche' nelle grandi cose anche l'aver voluto basta (e da' merito).
(Properzio)
Ha assai beni, chi non ha male alcuno.
(Cicerone)
Il piu' grande stimolo generale di sopravvivenza per un individuo e' la paura di perdere qualcosa.
(nc-1983)
La verita' e' nelle cose che non conosciamo.
(nc-1985)
Alle spalle delle cose ci sono gli altri, non le cose che realizzano gli altri.
(nc-1983)
Costruire le proprie reazioni in base alle reazioni che queste susciteranno sugli altri.
(nc-1985)
La ricchezza vera e' quella che continua a riprodursi anno dopo anno, come i frutti sulle piante.
(nc-1983)
Un uomo che sale in cima ad una montagna pensando di diventare piu' grande, diventa solo piu' piccolo.
(nc-1985)
Non e' possibile costruire sul vertice delle piramidi.
(nc-1983)
L'evoluzione non come fatalita' storica, ma come necessita' storica.
(nc-1986)
L'uomo fa miracoli sulla Natura, non di Natura.
(nc-1983)
Sapere, Fare, Saper Fare, Far Sapere.
(nc-1987)
Il segreto della Vita e' di fare le cose che non fanno gli altri.
(nc-1984)
Nell'Arte deve esserci Innovazione. Altrimenti non c'e' Arte.
(nc-1988)
La Storia dell'Arte e' una pseudoscienza autoappagante.
(nc-1984)
La Liberta' ha alle spalle la Storia.
(nc-1988)
Le ideologie non santificano l'uomo. E' l'uomo che santifica le ideologie.
(nc-1984)
La fortuna sorride agli audaci.
(Proverbio italiano)
Il vero mistero del mondo e' cio' che si vede e non l'invisibile.
(Oscar Wilde)
Chi va oltre mare muta cielo, non animo.
(Orazio)
La donna si puo' infallibilmente conquistare con ogni specie d'adulazione; l'uomo in una maniera o nell'altra.
(Chesterfield)
Quelli che si lamentano di piu', sono quelli che soffrono meno.
(Tacito)
La calunnia e' come una moneta falsa. Molte persone che sarebbero incapaci di averla emessa, la fanno circolare senza scrupolo.
(Comtesse Diane)
La donna mira infinitamente piu' a far felici che a esser felice.
(Bogumil)
Presto si pente chi giudica con fretta.
(P. Siro)
La memoria ti diminuisce, se non la eserciti.
(Cicerone)
Ah, come poco indovinano gli uomini le condizioni dell'anima altrui, se non la illuminano, ed e' raro, coi getti d'un amore profondo.
(G. Mazzini)
Vi sono certe cose in cui una donna vede sempre piu' a fondo, che cento occhi di uomini.
(G.E. Lessing)
E' difficile ritenere quello che hai imparato, senza l'esercizio.
(Plinio)
Le ultime considerazioni, dicono, sono piu' sagge delle prime.
(Cicerone)
E' ornamento dell'uomo quella grandezza d'animo che nulla riporta alla ostentazione, ma tutto alla coscienza, e non attende ricompensa dell'aver ben fatto dalle lodi del popolo, ma dal fatto per se stesso.
(Plinio)
Non puo' esservi uomo talmente bestiale, che, per poco che presti orecchio alla coltura della mente, alquanto non s'incivilisca.
(Orazio)
La vita dei morti sta nella memoria dei vivi.
(Cicerone)
A partire da una certa eta', un po' per amor proprio, un po' per furberia, sono le cose che desideriamo di piu' quelle che fingiamo di non volere.
(M. Proust)
A vivere senza che nessuno ti voglia bene, si diventa cattivi.
(T. Gautier)
Solo chi cadde puo' dare altrui l'edificante spettacolo del rialzarsi.
(A. Graf)
La morte non e' un periodo di chiusura dell'esistenza, ma soltanto un intermezzo, un passaggio da una forma a un'altra dell'essere infinito.
(Wilhelm von Humboldt)
La scienza non serve che a darci un'idea di quanto sia vasta la nostra ignoranza.
(Lamennais)
V'e' l'amico compagno di mensa, ma che non si ritrova piu' nel giorno della disgrazia; nella tua prosperita' sara' egli con te, ma nella disgrazia scappera' via da te.
(Bibbia)
L'uomo supera l'animale con la parola; ma col silenzio supera se' stesso.
(P. Masson)
Home | Profilo e dati personali | Amici e link piu' frequenti | Una poesia ("Alla Sera" di Ugo Foscolo) | Proverbi, massime, pensieri, frasi e citazioni celebri | SCOPRI LE OPPORTUNITA' PER GUADAGNARE! |