Logo di Ponte Nizza
Home
 
 

    

Flora

Back 

  
 
ROVERELLA

Nome scientifico:
Quercus pubescens

E' la specie tipica della valle, Ŕ un albero deciduo della famiglia delle Fagaceae, che cresce rapidamente fino a raggiungere 10 m. di altezza. La corteccia grigio scuro Ŕ spessa e profondamente solcata. La chioma Ŕ cupoliforme , ampia, irregolare e poco densa, consentendo nel sottobosco los viluppo di uno strato erbaceo molto ricco di specie.
Nelle regioni meno fredde le foglie, pur seccandosi, persistonno sull'albero tutto l'inverno. Spesso questa specie Ŕ stata confusa con la Rovere per l'esistenza di numerose forme ibride di passaggio; ma la Roverella differisce per la tomentositÓ dei giovani rami e della pagina inferiore delle foglie, che sono maggiormente picciolate.
La forma della foglia Ŕ lobato-lanceolata (5 -15 x 10 cm.) con lobi poco profondi.
E' una pianta dioica con infiorescenze ad amento, quelli maschili (4-6 cm.) sono pi¨ lunghi di quelli femminili. L'impollinazione Ŕ anemogena.
Il frutto Ŕ la caratteristica "ghianda", lunga circa 2,5 cm., avvolta per meno della metÓ da una cupola emisferica anch'essa pubescente.
Nella Roverella, a differenza della Farnia e del Rovere, la produzione delle ghiande avviene sin da giovane etÓ. Questi frutti, come anche quelli delle altre querce, vengono utilizzati come alimento per i maiali ad allevamento brado.
In associazione con le radici cresce il Tuber melanosporum, pi¨ noto come tartufo